pierluigi on ottobre 17th, 2012

MacOSX Virus

Gli utenti Apple, anche i più smaliziati, potrebbero trovarsi in imbarazzo nella scelta di un antivirus per il loro computer. Gli utenti Windows da anni hanno a che fare quotidianamente con minacce più o meno serie per la sicurezza dei loro sistemi, gli utenti della mela no. Mi sono permesso quindi di scrivere questa breve guida per districarsi nell'arduo compito di installare un antivirus sul proprio Mac.

Continua a leggere »

pierluigi on dicembre 2nd, 2009
Come scaricare telefilm

Ti piacerebbe vedere i telefilm americani ed inglesi poco dopo la loro messa in onda nel paese di origine invece di dover aspettare mesi, talvolta inutilmente, nella speranza che qualcuno decida che vale la pena di trasmetterli? Io e Sabrina oramai da più di un anno seguiamo tutte le nostre serie preferite direttamente in lingua madre con i sottotitoli in italiano, praticamente in contemporanea con gli USA/UK. Oltretutto sentire le voci originali degli attori, con tutto quello che ne consegue è assolutamente appagante e rende molto più gradevole la visione. Niente più barbari doppiaggi o misteriosi adattamenti, tutto come gli autori l’hanno realizzato.

Cosa mi serve per farlo? Continua a leggere »

pierluigi on novembre 5th, 2008

Dopo che uno perde tutti i propri documenti sviluppa misteriosamente la paranoia di trovare un modo efficace e sicuro per fare un backup dei dati. Basta certamente la prima volta. Se non vi è mai successo non potete capire. Sfortunatamente è una di quelle cose che si imparano sulla propria pelle.

Io, da quando sono passato a Mac, dormo finalmente sogni tranquilli. Integrato in Leopard c’è Time Machine*, un sistema assolutamente trasparente e automatico di backup. Basta avere un HD esterno attaccato al proprio mac e il sistema, ogni ora, fa un backup di tutti i tuoi file. Ovviamente il backup è incrementale, ovvero ogni volta che parte la procedura di salvataggio mette da parte solo la differenza dall’ultimo backup. Se poi non vi piace tenere un HD sempre attaccato al computer potete benissimo usare un HD remoto (che sia compatibile ovviamente con il sistema Time Machine) su cui salvare i dati di tutti i computer di casa contemporaneamente. Tutto questo senza il minimo sforzo. Non è una cosa meravigliosa?

Come se non bastasse l’archivio di Time Machine può essere utilizzato per trasferire i propri dati da un vecchio computer ad uno nuovo (semplicemente reimportando i dati dal backup). Ma non solo i documenti. Se avete salvato l’intera configurazione del mac vi troverete anche tutte le applicazioni già installate. Con i computer Apple non ce n’è bisogno, ovviamente, ma se poi, un giorno, vi viene in mente di reinstallare il sistema operativo per riottenere il computer come lo avevamo lasciato (quindi con tutte le configurazioni, le applicazioni e i dati) bastano pochissimi click. Se vi pare poco…

Questa è una delle mille ragioni per cui non tornerò più indietro. Che dite? Ne vale la pena?

*Se volete qualche dettaglio in più sul software in questione.

pierluigi on novembre 4th, 2008

Vi piacerebbe sul vostro computer poter trovare il documento che cercate semplicemente scrivendo parte del testo contenuto o del nome in modo istantaneo*?

Bhe… a me piace un sacco. E lo faccio abitualmente. Questo è uno dei motivi per cui non potrei mai e poi mai abbandonare MacOS X. Voglio parlarvi di Spotlight, una delle funzioni più utili che integra Leopard. Per chi, come me, non si ricorda mai dove ha messo i propri documenti è una manna dal cielo.

Vi spiego come funziona. Basta semplicemente premere il tasto Cmd (o tasto mela che dir si voglia) contemporaneamente alla barra spaziatrice e cominciare a scrivere il testo che voglio cercare. Il sistema operativo istantaneamente mi propone tutti i documenti che contengono il testo proposto. E’ possibile cercare dentro tutti i documenti di Office/OpenOffice/iWork, nei file di testo, nei pdf e in tantissimi altri formati. Cerca nei siti visitati, nelle email e in moltissimi altri posti. Se configurato nel modo giusto, anche su tutti i mac “in condivisione”. Se proprio poi Spotlight non cercasse dove volete voi ci sono decine e decine di plugin da installare per poter cercare veramente ovunque.

Io ad esempio lo uso per far partire le applicazioni (quando mi scordo di aver installato QuickSilver). Per far partire qualsiasi programma mi basta far partire la ricerca e di solito con 3 caratteri salta fuori quello che mi serve. Sono veramente dimenticati i tempi in cui impazzivo nel menù avvio di windows alla ricerca del programma da lanciare e ho il desktop completamente sgombro. Oppure le bestemmie quando cerchi un documento importante ma non ti ricordi come l’hai chiamato o dove l’hai messo. Se vi pare poco!

*Quando dico istantaneamente intendo senza alcuna attesa, nemmeno 1 secondo!

pierluigi on ottobre 21st, 2008

Ultimamente Nicola mi ha detto che mi sono meritato il titolo di Apple evangelist dopo aver fatto acquistare un iMac ad una famigliola di perfetti sconosciuti incrociati a MediaWorld. Devo quindi fare qualcosa!

Vorrei poter scrivere qualche bell’articolo sul Mondo Apple. Però non voglio essere additato come un fastidioso “testimone di Jobs” che cerca di “convertire” quanti più utenti Windows alla filosofia della mela. Quindi invece di scrivere articoli per portare gente “da questa parte”, voglio scrivere un elenco dei motivi per cui io non abbandonerò mai MacOs.

Sempre che il tempo (e l’entusiamo) me lo permettano. A presto quindi! :)