sabrina on novembre 28th, 2008

Potete divertirvi con le reazioni chimiche preparando questa eruzione vulcanica casalinga.

Il bicarbonato di sodio reagisce in modo violento con l’aceto formando bollicine di biossido di carbonio.

Questa è la reazione:
CH3COOH + NaHCO3CH3COONa + H2O + CO2

COSA SERVE:
un piatto o un vassoio
imbuto
bottiglietta di plastica
colorante rosso (colorante alimentare o inchiostro)
aceto
bicarbonato di sodio
sabbia

  1. Aggiungere il colorante alimentare o l’inchiostro rosso all’aceto per colorare la lava di rosso.
  2. Riempire a metà la bottiglia di plastica con il bicarbonato e metterla al centro del piatto.
  3. Ammucchiare la ghiaia e la sabbia attorno alla bottiglia lasciando scoperto solo la bocca della bottiglia. Sagomare la sabbia come un vulcano.
  4. Versare rapidamente l’aceto nella bottiglia e osservare l’eruzione!

Se provate a rifarlo a casa mandateci una foto a esperimenti@neuroniliberi.com.

sabrina on novembre 27th, 2008

Decifrate la parola criptata…

Per soluzioni, dubbi e consigli scrivete a soluzioni@neuroniliberi.com.

pierluigi on novembre 27th, 2008

File hippo

Aggiornare il sistema operativo è semplice, così come tutto il software Microsoft. Ma come aggiornare tutti i programmi di terze parti installati sul sistema?

Gli stessi signori di cui vi ho già parlato hanno sviluppato una utility da installare sulla propria macchina che all’avvio (o quandunque vogliate) controlla tutti i software che avete (o almeno quelli che sono catalogati nel loro sito e sono moltissimi) dicendovi quanti e quali sono da aggiornare. Si aprirà di conseguenza il sito di FileHippo con i link diretti per scaricarli tutti.

Update Checker è il programma in questione, ed è consigliatissimo (da me ovviamente).

Se configurato bene si chiude automaticamente nel caso che il vostro sistema non abbia bisogno di aggiornamenti, e implementa una lista di esclusione nel caso non vogliate assolutamente aggiornare determinati programmi.

P.S.: I software proposti e catalogati da FileHippo sono per un pubblico anglofono (ovvero sono localizzati in inglese). Se vi serve la versione italiana dovete cliccare sul nome del programma invece che sulla freccia verde. In questo modo si apre la pagina di descrizione del software che contiene il link diretto alla casa produttrice da cui scaricarlo in italiano.

Esempio di funzionamento

Esempio di funzionamento

P.P.S.: Update Checker ha bisogno di .NET Framework 2.0. Lo trovate anche questo su FileHippo.

pierluigi on novembre 26th, 2008

Ci sono molti modi per ottenere gratuitamente del software per il proprio computer. Certamente il più banale è procurarselo scaricandolo dalla rete, anche se porta con sé delle controindicazioni non banali, prima fra tutte quella di poter incappare in virus o malware generici, oppure trovarsi una versione obsoleta del software, causando malfunzionamenti ad un già precario sistema (Windows ovviamente).

Esiste una soluzione banale ed efficiente al problema: affidarsi a programmi opensource (o comunque gratuiti). Ma dove trovarli? Ci si può fidare? Non tutto il software libero è esente da problemi e non è banale andarsi a cercare quello che ci serve davvero.

Per fortuna dei simpatici signori hanno costruito un sito dove sono recensiti molti dei software liberamente scaricabili dalla rete garantendone l’affidabilità: FileHippo.

Il sito presenta una interfaccia semplice ed intuitiva dividendo in categorie chiare i programmi di cui si può aver bisogno. Per ogni software è presente una scheda con una bella descrizione, tutti i dettagli tecnici, screenshots e un collegamento da cui scaricare l’ultima versione disponibile. È presente anche l’elenco di tutte le versioni rilasciate di quel programma da quando esiste il sito quindi è possibile anche reperirne una più datata.

Tutte le applicazioni sono controllate contro virus, spyware e schifezze varie. Ha solo un piccolo limite. Il sistema è pensato per un pubblico anglofono quindi le applicazioni sono localizzate in inglese. Se avete bisogno della versione in italiano (sto pensando ad esempio a Firefox o OpenOffice) potete cliccare sul link del sito del produttore (che trovate nella scheda della recensione) e scaricarvelo direttamente da lì. E’ comunque un importante aiuto perché così non è necessario ricordarsi dove si era scaricato ogni singolo programma.

Buon scaricamento!

P.S.: Un consiglio valido sempre: prima di provare un qualsiasi programma fate attenzione che risponda davvero alle vostre esigenze. Il sistema Microsoft soffre molto quando si installano e si disistallano di continuo i programmi perché comunque non sono operazioni completamente reversibili e il sistema (e specialmente il registro che ne è il cuore) rimangono ingolfati.

sabrina on novembre 25th, 2008

Posiziona il pallino mancante ricostruendo la frase nascosta.


Trova la frase nascosta nell'enigma!

Per soluzioni, dubbi e consigli scrivete a soluzioni@neuroniliberi.com.

pierluigi on novembre 23rd, 2008

Una delle procedure più importanti per mantenere in piena efficienza il sistema operativo Microsoft è il sistema di aggiornamenti automatici chiamato Windows Update. Dal Service Pack 2* (che consiglio a tutti di installare) è stato completamente integrato e se fate come vi consiglia vi troverete il computer sempre “up to date” per quanto riguarda le ultime patch di sicurezza. Esistono due modalità per poter accedere a questo servizio. Quella più banale e lasciare che il computer, ogni volta che vi connettete alla rete, controlli se ci sono delle novità, le scarichi e le installi. E’ certamente molto comodo ma vi perdete praticamente tutte le novità “non essenziali” per la sicurezza del sistema ma decisamente utili nell’utilizzo del pc. Quindi la seconda opzione è collegarsi attraverso Internet Explorer (funziona ahimè solo con questo browser) al sito di Windows Update e attraverso la ricerca “personalizzata” cercare tutto il software disponibile allo scaricamento. Gli aggiornamenti di sicurezza vengono scaricati automaticamente mentre gli altri devono essere “aggiunti” a mano. Sembra molto difficile ma non in realtà non è così. Provateci.

Il sistema però controlla solo il sistema operativo e non altro. Se sul vostro computer è installato altro software microsoft (ad esempio Office o Silverlight) dovete fare un salto di qualità!

Ovvero passare a Microsoft Update, una versione allargata di Windows Update che controlla anche tutti gli aggiornamenti di sicurezza e non di tutto il software targato Microsoft. Funziona allo stesso modo di Windows Update, il passaggio non è traumatico, anzi… basta seguire le facili istruzioni di installazione dopodichè troverete una nuova icona nel menù avvio per lanciare l’aggiornamento. Si aprirà automaticamente Internet Explorer al giusto indirizzo web e… buon aggiornamento!

* Parlo ovviamente di Windows XP

pierluigi on novembre 22nd, 2008

È certamente una delle questioni più delicate della manutenzione di un computer su cui gira Windows. Fortunatamente io mi sono lasciato alle spalle il problema però ho deciso di fare un microcorso per voi sfortunati “utonti” microsoft. :)

La cosa più importante da sapere è che non esiste un antivirus migliore degli altri. Escono quotidianamente così tanti virus che ogni sei mesi andrebbe messo in discussione il software che ci protegge. Certo non siamo in grado da soli di valutare quanto efficace è l’azione di un prodotto rispetto ad un altro. Per fortuna esiste una società indipendente che, ogni sei mesi appunto, prova tutti gli antivirus in commercio e ne fa una chiarissima tabella comparativa.

http://www.av-comparatives.org

Hanno due tipi di test: on-demand e retrospective. Il primo è quello che ci interessa, il secondo prova solamente gli antivirus non aggiornati da sei mesi e serve a misurare il grado di “predittività” dell’antivirus, una feature che io ho sempre considerata abbastanza inutile.

La cosa più intelligente da fare è abbonarsi ai feed rss del loro blog così da essere sempre informati appena esce la comparazione.

Nel momento in cui sto scrivendo il migliore è Avira Antivir.

N.B.: Non serve a niente avere un buon antivirus se non l’aggiornate quotidianamente e non fate una scansione completa del sistema almeno una volta a settimana. Tutto questo è decisamente un buon primo passo verso un pc più sicuro ed efficente.

sabrina on novembre 21st, 2008

Mr Jones è felicissimo e sta preparando le valigie! Proprio questa mattina ha scovato in un noto mercatino antiquario una preziosissima Mappa del Tesoro!
Questa Mappa è molto particolare perchè nasconde un duplice segreto, ma al signor Jones espertissimo di tesori è bastato uno sguardo e ha capito subito dove recarsi e cosa avrebbe trovato.

Un taxi lo sta venendo a prendere per portarlo all’ aeroporto.

In quale Paese si sta recando Mr Jones? E cosa troverà?



Per soluzioni, dubbi e consigli scrivete a soluzioni@neuroniliberi.com.
Un ringraziamento speciale a Gigi il grafico!

sabrina on novembre 20th, 2008

Perchè una Focaccia decoder?
Per un messaggio sorpresa al proprio amore o per divertirsi ad una cena tra amici!
Pensate ad una festa in cui tante focaccine diverse decodificano messaggi diversi… per esempio… scegliendo la focaccia giusta si potrà decifrare “avrai un anno fortunato” piuttosto di “sei il più trullo di tutti” o “fai il verso della gallina” :D Divertente no?

Ingredienti per la focaccia:
500 g di pasta per pizza
rosmarino fresco
olio extravergine d’oliva
sale

Costruiamo una mascherina di carta di cm 26 x 16 e disegnamo 45 caselle uguali tra loro (va bene anche un tovagliolo o una mascherina di altre dimensioni, questo passaggio è molto libero). All’interno di queste caselle inseriamo le lettere che formeranno il messaggio da decifrare intervallandole tra loro con spazi vuoti.
Una volta riempiti gli spazi vuoti con le lettere a caso, solo appoggiando la focaccia sul messaggio si avrà la chiave di lettura del testo.

Procedimento
Stendere la pasta per pizza su di una teglia antiaderente, stabilire con la mascherina le caselle nelle quali leggere il messaggio e tagliare nella pasta le finestrelle corrispondenti.
Spennellare la superficie della pasta da pizza con olio, distribuirvi sopra il rosmarino e il sale a piacimento.
Infornare a 200°C per circa 20 minuti (dipende dal forno e da altri fattori)

Volete saperne di più?
Volete vedere la focaccia che ho preparato a Gigi?
Se siete curiosi andate avanti nella lettura del post… :D

Continua a leggere »

sabrina on novembre 20th, 2008

Trovate il numero che manca in questa sequenza

1, 13, 16, 61, ?, 217

Per soluzioni, dubbi e consigli scrivete a soluzioni@neuroniliberi.com.